.

POLITICA
22 ottobre 2014
[Senza cattiveria] Che palle Pannella
Senza inutile cattiveria.
Ma a parte Stampa e Regime, e più in generale Radio Radicale, il radicalesimo italian(pannelliano) è ormai di una noia politica irritante.
POLITICA
22 ottobre 2014
[Il Fatto] Di fatto. Su Ciancimino.
E così si scopre che Il Fatto Quotidiano è, di Fatto, un rivenditore di Bufale.
Peggio.
Ci hanno spacciato per anni le bugie del figlio scemo del sindaco mafioso di Palermo. Hanno fatto di Massimo Ciancimino un eroe, un paladino della giustizia e della verità.
Quello "coi capelli lunghi dietro", meglio noto come Marco Travaglio, ha usato, senza fare economia, le parole di un ciarlatano, come spunto per le sue purghe in forma d'articolo.
E le hanno usate anche alla procura di Palermo per imbastire processi che nessun paese civile potrebbe tollerare, come quello su "La Trattativa". Materia ottima per farsi pubblicità e non lavorare.
Hanno usato le parole bugiarde di Ciancinimo junior. Un uomo con la maniacale tendenza a mentire, accentuata dal disperato tentativo di salvare il patrimonio familiare accumulato dal padre grazie alla gestione criminale del suo ruolo istituzionale.
Oggi addirittura viene fuori che quello che Massimo Ciancimino aveva dipinto come "uomo dei servizi" era nient'altro che l'ignaro cameriere di un bar di Roma.
Da uomo dei servizi a uomo dei servizi al tavolo.
SOCIETA'
22 ottobre 2014
[Ruini] Da non sottovalutare

Ruini: "Io dico no alle unioni civili".
E i sempre sottovalutati sticazzi.

SOCIETA'
21 ottobre 2014
[Bergensbanen] San Niccolò - Norvegia

Firenze. San Niccolò. Trattoria Cent'Ori.
Ciuffoletti e de Gara, terminata la cena, s'intrattengono in chiacchiere con l'oste Gianni. E dopo aver infamato svariate persone ...
Gianni: "Comunque oh, la novità è questa televisione norvegese che trasmette video di 18 ore. E il bello è che sono semplici riprese da una cinepresa montata su un treno o su una nave da crociera".
Tommaso: "18 ore?"
Gianni: "Sì, una cosa del genere. E il bello è che la gente le guarda pure. Roba da pazzi".
Tommaso: "Come si chiama esattamente questa roba?"
Gianni verga su un foglio la qui presente sequenza di lettere: "BergensBanen minutt for minutt".
10 minuti dopo.
Firenze. San Niccolò. Studio di Giovanni De Gara.
Ciuffoletti e De Gara, di fonte al computer, digitano su YouTube: "BergensBanen minutt for minutt".
BergensBanen è la linea ferroviaria tra Bergen e Oslo. Il treno parte da Bergen. Ha una telecamera montata sulla cabina del macchinista che riprende le 7 ore, 14 minuti e 13 secondi di viaggio attraverso il sud della Norvegia. Nessun commento sonoro. Nessun montaggio.
Giovanni: "C'è un film di lars Von Trier, uno dei primi, che inizia così".
45 minuti dopo.
Nella sequenza filmata il treno sembra avvicinarsi ad un centro abitato dopo una buona mezz'ora di viaggio attraverso un paesaggio da parco naturale.
Giovanni: "Secondo te quante persone ci saranno ad aspettare il treno in questa stazione?"
Tommaso: "Secondo me almeno 7. Non hai sentito? La voce dell'altoparlante ha addirittura annunciato il nome della località, mentre alla stazione prima il treno si è fermato, ma senza che la voce annunciasse nulla. Secondo me guarda, almeno 7 persone ci sono".
Giovanni: "Esagerato! Secondo me, considerato che è una mattinata di un giorno qualunque ... bah ... ce ne saranno un paio".
Le persone ad aspettare il treno risultano essere una buona dozzina. Ho vinto la scommessa. Il viaggio prosegue.
Quando il treno attraversa dei tunnel di discreta lunghezza, appare sempre un cartello in sovrimpressione, con una grafica penosa, che ragguaglia sul nome del tunnel e relativa lunghezza. Mentre il treno li attraversa lo schermo è buio e si sente solo il rumore del treno.
Passiamo diversi tunnel, piuttosto brevi. Ma poi ne arriva una discreta sequenza di belli lunghi. E così, dopo 5 minuti buoni di un tunnel lungo svariati chilometri, arriva la proposta.
Giovanni: "Mandiamo avanti?"
Tommaso: "Sì dai, un pochino".
Giovanni sposta avanti il cursore del video, che però schizza oltre di una buona mezz'ora e quando il video riprende, il paesaggio che si vede dalla telecamera risulta essere molto diverso da quello che stavamo vedendo prima che l'oscurità del tunnel ci avvolgesse.
Tommaso: "No cazzo, siamo andati troppo avanti. Scusa Giova, torna indietro che voglio vedere cosa è successo prima".

Per approfondire: http://www.2machines.com/articles/186361.html
Oppure: http://www.ilpost.it/2014/02/18/lenta-televisione-norvegese/


SOCIETA'
17 ottobre 2014
[Marketing geniale] Cuperlo e il Viagra
Nella colonna di destra della mia pagina Facebook due banner.
Il primo mi consiglia di mettere un like a Gianni Cuperlo.
Il secondo mi consiglia del Viagra.
L'associazione dei due prodotti è figlia di un'ottima strategia di marketing.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. gianni cuperlo marketing viagra

permalink | inviato da inoz il 17/10/2014 alle 14:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
SOCIETA'
17 ottobre 2014
[Yara] C'è il colpevole
4 anni dall'omicidio di Yara Gambirasio: test del DNA fatti anche ai cadaveri, indagini trasformate in telenovele di figli illegittimi e corna di provincia, notizie (di oggi) su 10 peli di uomini e, così en passant, una persona in carcere, sputtanata per tutta Italia in nome di non s'è capito bene cosa.
Ecco.
Ad oggi, in tutta questa vicenda, l'unico criminale individuato con sufficiente precisione è la Procura di Bergamo.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. yara gambirasio procura di bergamo dna

permalink | inviato da inoz il 17/10/2014 alle 14:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
16 ottobre 2014
[Vedo cose] Giannimorandi 2.0

Vedo corsi di marketing a 16.000 euro l'anno*, vedo giornali che s'ingegnano per aumentare il proprio appeal online, vedo riviste che propongono contenuti extra sul web per i propri abbonati, vedo pianificare strategie comunicative sui social, vedo suggerimenti per promuovere la tua pagina grazie a Google Ads, vedo molte cose.
Poi arriva uno che ti piazza due selfie, un sorrisone, riceve migliaia di like, fa scegliere ai suoi fan le canzoni da inserire in una raccolta ("mi faccio aiutare da Anna per leggere tutti i vostri commenti" specifica) e in un colpo solo annulla ogni certezza eccetto una.
Gianni Morandi è l'unica vera grande novità del web di questo 2014.

* Il corso di marketing da 16.000 euro è quello dell'università di Carlin Pietrini. Il cui motto è "Buono, pulito, giusto e pagare anticipato. Grazie. Ciao". Mica scemo.

SOCIETA'
15 ottobre 2014
[Godo] La costituente popolare di Alfano for dummies
Mitico! CAZZO MITICO!
Alfano lancia la "costituente popolare"! Aleeeeee oh ohhhhhhh! E qui fermi tutti perchè è il caso di spiegare cosa sono queste robe chiamate "costituenti".
In poche parole: quando un gruppo di disoccupati organizzati, che grazie alla politica è riuscito a farsi salvo dalla necessità di lavorare, inizia a vedere che si stanno riducendo le probabilità che la propria privilegiata condizione di inutili fancazzisti stipendiati dallo Stataccio ladro è ormai prossima al venir meno, ecco che arriva la mitica "costituente".
Si cerca con questa formula di convincere altri inutili pellegrini della possibilità che, unendo le proprie bande, ci sia da mangiare per tutti. Ovviamente i promotori delle succitate costituenti sono i primi a sapere che è un gioco a tirarselo in culo. Che non ci sarà da mangiare per tutti. E che certamente, da parte delle varie bande criminali che faranno parte della "costituente", ci saranno scorrettezze, furberie e altre immondizie dell'umano agire per fini di sopravvivenza. Cionondimeno, la mancanza di alternative plausibili spinge i bandidos a mettersi insieme.
Per farlo in modo credibile si parlerà di "partecipazione", di "non ci sono posti preassegnati", di "contenitori per idee nuove", di "spazio ai giovani", di "stavolta non possiamo fallire", di "faremo un passo indietro per lasciare spazio al nuovo", di "necessità di non disperdere un patrimonio e una tradizione" e altre fantastiche stronzate per ammantare il tutto di una vaga credibilità. A cui nessuno ovviamente crede, ma che pure bisogna cercare di tenere in piedi ad ogni costo, anche con lo sputo.
Chiarito tutto questo io stanotte ho sognato il momento esatto in cui la "costituente popolare" celebrerà l'apice del proprio fulgore.
Sarà l'esatto momento in cui, al termine di una "tre giorni di lavori" - probabilmente in qualche depressa zona termale che, finita l'epoca della mutua che passava le cure termali anche per il mal di culo, ha provato a riciclarsi come meta del turismo congressuale (potrei azzardare un Fiuggi o una Chianciano Terme o anche una mitica Montecatini) - arriverà il momento di ritrovarsi tutti insieme sul palco del congresso per i titoli di coda con musichina finale.
E subito prima Alfano dirà a due suoi sgherri: "Presto, ci servono dei giovani sul palco per far vedere che il nostro è un movimento di facce nuove"
Sgherro 1: "Ma capo, cazzo! Durante il congresso sono già morte 3 persone per sopraggiunti limiti d'età".
Alfano: "Spero che abbiate frugato bene nei loro portafogli. E ora poche scuse, trovatemi dei giovani da mettere sul palco per la sigla finale. Voglio essere circondato da giovani. Come Gesù. Come fossi un prete dei bei tempi andati".
Il resto del sogno era accompagnato dalla sigla di Benny Hill quando mandano le scene velocizzate.
SOCIETA'
15 ottobre 2014
[Giù le mani da Luxuria e Silvio] Nessuno tocchi i pagliacci
Non ha senso prendersela con Luxuria per la cena con Berlusconi.
Non ha senso.
Rendiamoci conto che nel 2014 il dibattito pubblico in Italia è ancora a trattare dell'amore tra due persone dello stesso sesso in pochi stereotipati modi: col finto pudore degli esibizionisti da talk show, col moralismo da bava alla bocca di quelli che dicono al Papa come fare il Papa, con lo sciacallaggio furbetto di chi usa l'argomento per farsi un po' di pubblicità o, alla meglio, con le astuzie imbarazzate di chi di volta in volta propone i DICO, i PACS, gli STICAZZ.
Insomma, se in Italia il tono medio delle discussioni pubbliche in materia di amore omosessuale è quello di un triste avanspettacolo di periferia della civiltà, non è colpa di Luxuria, nè di Berlusconi.
Sono dei pagliacci, con tanto di trucco e cerone, ma vanno benissimo per le pagliacciate a cui questo paese è abituato da decenni.
SOCIETA'
15 ottobre 2014
[Il senso di Kobane] Per il pacifismo
Direi che dopo la serena indifferenza nei confronti dell'infamia che si sta consumando a Kobane, i miei cari pacifisti dello "Stop bombing Gaza" saranno invitati, alla prossima occasione che non mancherà di presentarsi con regolare puntualità di qui a breve, a ficcarsi su per il culo ogni foto di bambino, ogni locandina della mia fava, ogni slogan dei miei coglioni.
Siete solo la dimostrazione di come non sia la pietas a muovervi, ma solo il marketing dell'indignazione un tot al chilo.
E con questo potete andare tutti affanculo.
Grazie.
Ciao.
SOCIETA'
14 ottobre 2014
[Mestruazioni cerebrali] Genova per noi e per loro
Ok, ci sono stati imbecilli che hanno postato una foto che ritraeva: pallido italico in ripulitura di strada genovese (orgoglio patrio di questa Italia che si rimbocca le maniche e che quando vuole sa essere grande come il suo grande cuore), affiancato da negro identificabile come straniero a braccia conserte che guarda il pallido italico senza muovere un dito per aiutarlo (lurido negro immigrato che te ne fotti di questa terra bella che ti ospita, tornatene nel tuo paese di merda dove presumibilmente mangi banane e non fai un cazzo dalla mattina alla sera).
Bene. Sono delle povere fave. Mi pare evidente.
Ora però placatevi. C'è gente che da stamani, come forma di rappresaglia, posta qualunque foto ritragga insieme: del fango e coppie o terzetti di soggetti identificabili come bianchi, neri, filippini, cingalesi, genovesi, cartaginesi, vulcaniani che lo spalano. Uniti insieme nell'amore per Genova bella e un profluvio di "Angeli del Fango", cuoricini e parole a caso tra cui (a scelta): rispetto, orgoglio, solidarietà, vergogna, siamo con voi, amore e juve merda.
Ora, va bene che Facebook è la patria delle mestruazioni cerebrali, ma state esagerando.

https://www.facebook.com/tommaso.ciuffoletti
SOCIETA'
14 ottobre 2014
[Piccioni] Due. Con una fava.
In un colpo solo mi perderò:
. la Leopolda 5 ( dal titolo assiomatico di :"Il futuro è solo l'inizio, adesso contiamo di rovinarvi anche il passato vendendovi il solito pastone buonista antistorico del tipo "Berlinguer era renziano", "La Pira in realtà è il nonno di Matteo Renzi" e non ultimo "La Boschi è vergine, ma presto partorirà")
. e il Congresso di Radicali Italiani a Chianciano (dal titolo paradigmatico di "Contro il monopartitismo imperfetto del regime partitocratico ladro di democrazia assassino di popoli opponiamoci con logorrea, senilità incalzante e il tipico ardire di quei radicali che durante il Congresso fanno interventi da TSO in cui si appellano a Marco perchè non li mandi affanculo e lui invece ce li manda perchè tanto è un vecchio stronzo")
E me li perderò perchè sarò alle Canarie a fare surf (o almeno a provarci).
5 anni fa mandai in culo la politica.
Credo di non aver poi sbagliato.
SOCIETA'
10 ottobre 2014
[Fondamentale] Top Gun
Su Rai4 Top Gun.
Apice dell'imperialismo americano. Ode all'individualismo fighetto. Shakespeare per palestre e fondotinta. Mito di seduzioni paramilitari.
Eppure fondamentale per la nostra formazione politica.
SOCIETA'
10 ottobre 2014
[Sempre meglio che la zappa] "Studenti in piazza"
Italia. Ottobre. "Studenti in piazza contro la riforma della scuola".
Studenti. Non so più come infamare voi, le vostre famiglie e i giornalisti che fanno servizi del tipo "la protesta continua", "si organizzano momenti di discussione", "c'è grande consapevolezza tra i ragazzi", "ho preso il tesserino di giornalista per scrivere questa roba", "sempre meglio che la zappa".
SOCIETA'
9 ottobre 2014
[Mi chiedo] Il senso di Kobane per l'indignazione
E' in occasioni come queste che mi chiedo il senso della vostra indignazione dove si debba cercare. Come si attiva, in voialtri, l'indignazione?
Partono razzi dalla striscia di Gaza su Israele e nessuno dice nulla. Israele reagisce ed è un fiorire di spontaneismo da "Stop bombing Gaza" sui vostri profili. Poi arriva l'assedio di Kobane, dove una banda di orrendi criminali da incubo medievale è in fedele attesa di fare una strage.
E sia chiaro che nessuno di noi può farci molto. Come del resto per i bombardamenti israeliani su Gaza.
Tuttavia questa banale considerazione non vi scoraggiava dall'inventare hashtag (o come cazzo si chiamano), rilanciare immagini, costruire locandine colorate.
Cos'è, vi s'è esaurita la fantasia?
Poi, per carità, io continuo a credere allo spontaneismo della vostra indignazione.
E' semplicemente che fatico sempre più a credere alla vostra coscienza.
sfoglia
settembre   <<  1 | 2  >>  

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1587532 volte


Oggigiorno tutti hanno spirito. Dovunque si va non si può fare a meno di incontrare persone intelligenti. E' divenuta una vera peste.
Oscar Wilde

Un grande libro

mailme@: tommasociuffoletti-at-gmail.com




Add to Technorati Favorites

Locations of visitors to this page


San Giovanni delle Contee Online
... un blog bucolico!