.
Annunci online

politica interna
30 luglio 2008
[Lettere al Riformista] NonSoloRicordi dal caso Del Turco


Caro Direttore,

credo che il caso Del Turco ponga questioni che vanno certamente oltre le rivendicazioni "made in ex-PSI". Detto questo, però, non credo ci si debba sentire in dovere di vergognarsi della propria storia.
Dico "della propria storia" anche se io all'epoca di Tangentopoli ero poco più che nell'età dell'incoscienza. Eppure ho un ricordo vivido delle amarezze che allora ebbe a provare mio padre, il quale non era più iscritto al PSI dalla metà degli anni '80, quando rispedì al mittente la tessera che gli recapitava regolarmente la federazione di Firenze, accompagnandola ad una lettera sdegnata per i modi in cui veniva gestito il partito da queste parti.
Quando però si scatenò la "caccia al socialista" - e se qualcuno ha da ridire sull'uso di questo termine, me ne trovi uno più adatto - egli, ordinario per concorso e non per anzianità, divenne il professore socialista a cui tributare ogni sorta d'insulto pubblico. Perchè ero piccolo, ma non scemo o analfabeta, quando lo andavo a trovare in dipartimento e vedevo sui muri scritte come "Ciuffoletti piduista".
Se si vuole si può dire che con questi argomenti non si fa politica oggi. Se mi è permesso, però, niente mi leva dalla testa che il ricordo di quel clima è un patrimonio di esperienza diretta di cui non ho intenzione di vergognarmi. Così come trovo non ci sia niente da nascondere, nemmeno in nome del tatticismo, se nel rivendicare le ragioni di una giustizia giusta lo si fa con un piglio più netto dei tanti tentennamenti timorosi dei - presunti - dirigenti del PD.
La grande truffa della questione morale ad uso e consumo di una parte, anzi, di un partito politico va bene per un'Italia in cui la corruzione continua ad essere endemica. La grande truffa dell'indipendenza della magistratura dalla politica va bene per un paese che finge di non sapere che gli organi di autogoverno della stessa magistratura sono organizzati per correnti politiche.
E se da socialista e da liberale dico queste semplici cose non provo nessuna vergogna o timore.
Non solo, ma fu proprio con Tangentopoli che venne elevato a sistema e messo in pratica il folle disegno della para-democrazia senza partiti. E chi oggi si lamenta dell'antipolitica crescente - a partire dal Baffetto - lo fa senza mai considerare dov'è che si è cominciato ad alimentare con tanto ricca sostanza quella tigre che sempre qualcuno è pronto a cavalcare.
Ci si può limitare a considerare le bischerate di Travaglio, ma serve a poco se non si ha il coraggio di fare i conti con la storia recente di questo paese.
Cercare oggi di ricostruire il ruolo e la funzione dei partiti come primo argine di autocontrollo sulla gestione della cosa pubblica è impresa improba. E' letteralmente impossibile per chi la voglia affrontare eludendo la riflessione sulle cause originarie di tale rinnovato e sempre strisciante sentimento.
Cordiali saluti,
Tommaso Ciuffoletti - Firenze
sfoglia
giugno        agosto

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte


Oggigiorno tutti hanno spirito. Dovunque si va non si può fare a meno di incontrare persone intelligenti. E' divenuta una vera peste.
Oscar Wilde

Un grande libro

mailme@: tommasociuffoletti-at-gmail.com




Add to Technorati Favorites

Locations of visitors to this page


San Giovanni delle Contee Online
... un blog bucolico!


Tommaso Ino Ciuffoletti

Crea il tuo badge

Visualizza il profilo di Tommaso Ciuffoletti su LinkedIn