.
Annunci online

diritti
26 giugno 2015
[Gang] I tassisti e il diritto
A Parigi mettono a ferro e fuoco la città protestando contro UberPop.
I tassisti. Una categoria affascinante. Parliamo di quelli italiani.
Protestano in nome della legalità, loro che hanno privatizzato delle licenze pubbliche. Istituendo un mercato nero - ripeto, mercato nero - di quelle medesime licenze pubbliche divenute illegalmente proprietà privata. Con nessun'altra ragione che non sia la prepotenza e la pressione di lobby e senza avere troppi scrupoli nel fare ricorso a minacce e violenze (il tutto, va detto, anche grazie alla vigliaccaggine della politica).
Una gang. Se le parole hanno un senso, quella dei tassisti, è una gang.
Poi arriveranno i soliti a far presente che "ci sono tassisti buoni". E chi lo nega. Ma come categoria professionale, quella dei tassisti in Italia è una gang. Organizzatasi come tale per ragioni di difesa degli interessi di categoria. Il che sarebbe legittimo.
Meno legittimo è farlo privatizzando licenze pubbliche, ricorrendo a minacce e spesso a violenze. Meno legittimo ancora è pensare di essere credibili se alla luce di tutto questo si va a criticare la legittimità legale di altri. Si chiamino Uber o PincoPalle.
Come se un brigante se la prendesse con un ladro perchè ruba. Pretendendo di essere credibile.
E infatti, non essendo credibili, preferiscono essere violenti.
moda
16 gennaio 2015
[Farsi lo shatush alla barba] E' scontro di civiltà
Al Qaeda in Yemen rivendica gli attentati di Parigi.
E il diritto per ogni mussulmano alla moda di avere la barba gialla.
E' scontro di civiltà.


CULTURA
12 gennaio 2015
[Ge suì] Ebreo
Quella ebraica è la nostra civiltà. La nostra cultura. Fa parte di noi. Ci ha formato culturalmente. Fuori dai ghetti e dai pogrom ha contribuito a renderci ciò che siamo. Ogni sparo contro l'ebreo diverso è un colpo contro ciascuno di noi.
sentimenti
9 gennaio 2015
[Bestemmiatore] A volte prego
Tanto per essere chiari, da qualche tempo una parte della mia famiglia è parigina. E da parecchio di più una parte è parigina ed ebrea.
Per cui capite bene che quando questi fanatici assassini con le barbe da hipster, le pupille acquose e Allahu akbar sbrodolato sulla bocca, scelgono i loro obiettivi tra i civili, ed oltre ad aver cura di scegliere i più inermi ed indifesi, prendono di mira luoghi di Parigi frequentati da persone che hanno la colpa di essere ebrei francesi ... ecco io vivo quell'attimo di paura in cui da laico bestemmiatore, pure, mi viene voglia di pregare.
arte
8 gennaio 2015
[Fuor di retorica] Non siamo tutti Charlie Hebdo
Non siamo tutti Charlie Hebdo. Nemmeno oggi.
E' la democrazia bellezza. Siamo tutti diversi. Tutti ugualmente degni d'essere liberi.
Tutti. Persino Gasparri.
sfoglia
maggio        luglio

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte


Oggigiorno tutti hanno spirito. Dovunque si va non si può fare a meno di incontrare persone intelligenti. E' divenuta una vera peste.
Oscar Wilde

Un grande libro

mailme@: tommasociuffoletti-at-gmail.com




Add to Technorati Favorites

Locations of visitors to this page


San Giovanni delle Contee Online
... un blog bucolico!


Tommaso Ino Ciuffoletti

Crea il tuo badge

Visualizza il profilo di Tommaso Ciuffoletti su LinkedIn