.
Annunci online

30 novembre 2004
[Proteste] Provando a fare il punto della situazione

In Ucraina la situazione continua ad evolversi in maniera frenetica, giungono  notizie dei brogli, con tanto di filmati inquietanti e dal Cannocchiale i bloggers continuano a seguire la vicenda, riportando alcune notizie veramente notevoli, come quella che ci segnala Liberopensiero e promuovendo iniziative volte a tenere alta l'attenzione sulla vicenda. Al riguardo ecco qua la bandiera arancione fatta sventolare da Freelance e da molti altri bloggers. Riporto anche l'iniziativa lanciata dal Riformista e a cui in tanti abbiamo dato seguito. Oggi proprio dal sito del Riformista, riporto - come già fatto da alcuni - l’appello di Glucksmann sul Figaro per la libertà del popolo ucraino

Gli avvenimenti in Ucraina sono storici. Seguendo la scia di altri popoli del vecchio blocco sovietico, gli ucraini si stanno liberando, e lo stanno facendo pacificamente, di rappresentanti di un potere corrotto e non democratico. Il popolo ucraino ha tutto il nostro sostegno e tutta la nostra ammirazione. Dimostra di essere degno di un destino europeo e democratico.
Perché non bisogna sbagliarsi. Ciò si gioca a Kiev, in piazza dell’Indipendenza, è sapere se si vuole, ai confini dell’Europa, uno Stato democratico con il quale sia possibile dialogare e stabilire dei rapporti sinceri o uno Stato corrotto e autoritario. Noi , la nostra scelta l’abbiamo fatta. Chiediamo all’Unione europea di fare altrettanto con la più grande trasparenza e la massima fermezza.
Non ci sono dubbi sui massicci brogli avvenuti durante lo scrutinio di domenica scorsa. Accettando di esaminare i ricorsi depositati dall’opposizione, e bloccando la pubblicazione dei risultati elettorali, la Corte suprema stessa rifiuta di proclamare la "vittoria" del candidato del potere.
Noi sosteniamo il popolo ucraino, ammassato da due giorni in piazza dell’Indipendenza, che dice, canta, urla la sua aspirazione alla libertà e alla democrazia.
Sosteniamo il candidato dell’opposizione Viktor Yushchenko, non perché, come dicono alcuni, è il «candidato dell’occidente», ma perché è il candidato legittimo della democrazia. Chiediamo a tutti i difensori delle libertà di unire le proprie voci alle nostre e a sostenere la più nobile delle cause: quella di un popolo libero.


------

Più o meno in contemporanea è stato lanciato anche un appello a mobilitarsi per una protesta semplice, ma mirata, contro gli abusi sui diritti dei minori nella Repubblica Islamica. Un appello a cui molti hanno già aderito e a cui hanno dato visibilità grazie alla propria disponibilità. Ringrazio tutti.
Per cercare di dare ancora più peso a quanto stiamo facendo mi sono impegnato a tradurre il testo dell'appello in inglese, per poterlo far circolare anche fra bloggers e siti stranieri. A tal proposito ringrazio anche gli amici di Itablogsforfreedom e vi presento quella che è la bozza - provvisorio - di traduzione che ho preparato. Ovviamente sono graditi appunti e correzioni ed anzi, ringrazio gli amici che già hanno provveduto a segnalarmi alcune correzioni

During the last months I've been updating my blogs with news coming from Iran concerning human rights. While doing so I read about terrible events like: an
execution sentence for 3 teenage boys
, the hanging of a man wich his son and wife were forced to watch at, the public flogging of a "young man", an execution sentence for a 13 years old girl, guilty of being abused by his 15 years old brother and giving birth to an illegitimate child, the infamous hanging of 16 years old girl, the public humiliation of "young man" in Babol (northern Iran) and the terrible news about a 14-year-old boy ‘flogged to death’ by para-military police in western Iran.
Those are only few news among many others.

I want to protest, as much as possible, against these atrocities.

That's why I would like to invite everybody who will think it right, to write an e-mail to Iran Judiciary Public Relation Office, containing just few simple words. The words of Article 6 of INTERNATIONAL COVENANT ON CIVIL AND POLITICAL RIGHTS and article 37 of CONVENTION ON THE RIGHTS OF THE CHILD. The Islamic Republic of Iran ratified them both.
The two articles state as follows:


INTERNATIONAL COVENANT ON CIVIL AND POLITICAL RIGHTS
Article 6
6. Sentence of death shall not be imposed for crimes committed by persons below eighteen years of age and shall not be carried out on pregnant women.

CONVENTION ON THE RIGHTS OF THE CHILD
Article 37
States Parties shall ensure that:
(a) No child shall be subjected to torture or other cruel, inhuman or degrading treatment or punishment. Neither capital
punishment nor life imprisonment without possibility of release shall be imposed for offences committed by persons below eighteen years of age

This is the address of Iran Judiciary Public Relation Office:
irjpr@iranjudiciary.org

Thank you

------

Infine permettetemi un ultimo appello, che forse rischia di rimanere in sordina, ma al quale sono piuttosto sensibile. Si tratta di questa iniziativa: Contro la condanna a morte di Tenzin Delek Rinpoche (
http://inozinternational.splinder.com/post/3493266).
Questa la mail che vi ringrazierà per il vostro supporto, leggete la parte che ho sottolineato, perchè secondo me è estremamente significativa.

Dear Tommaso,

Thank you for taking action to help save Tenzin Delek's life.

Time is running out for Tenzin! Please help us spread the word
about his plight. Send an email to your friends and family and
ask them to join you in taking action to save this man through
www.SaveTenzin.org . Click the link below to send an email about
SaveTenzin.org to ten friends:
http://actionnetwork.org/campaign/SaveTenzin/forward

Together we can keep Tenzin from disappearing as so many
innocent Tibetans

have before him.

Thank you so much for your help.
Sincerely,
Lhadon Tethong
Executive Director
Students




permalink | inviato da il 30/11/2004 alle 16:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
sfoglia
ottobre        dicembre

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte


Oggigiorno tutti hanno spirito. Dovunque si va non si può fare a meno di incontrare persone intelligenti. E' divenuta una vera peste.
Oscar Wilde

Un grande libro

mailme@: tommasociuffoletti-at-gmail.com




Add to Technorati Favorites

Locations of visitors to this page


San Giovanni delle Contee Online
... un blog bucolico!


Tommaso Ino Ciuffoletti

Crea il tuo badge

Visualizza il profilo di Tommaso Ciuffoletti su LinkedIn