Blog: http://Inoz.ilcannocchiale.it

Zia Tommasa e i cuori migranti.



Cara zia Tommasa, è uno stronzo.
E' uno stronzo e la deve pagare.
Stiamo insieme da un anno preciso e mi costringerà anche stavolta a fare le vacanze da sola perché lui "ha da fare". Cosa? Un cazzo.
Un cazzo capisci?
Avesse un interesse, qualcosa da fare, Cristo, sarei la prima a volerla fare insieme a lui.
E invece è solo uno stronzo egoista che gioca alla playstation (Cristo ha 30 anni quasi, e gioca alla playstation), guarda le serie tv e si fa le cannette con gli amici, che si pensano pure dei fighi.
Vaffanculo. Devo fargliela pagare.
Dammi dei suggerimenti, tu che sei la mia unica grande maestra di vita.
Ti voglio bene zia Tommasa.
Ale


Carissima Ale,
purtroppo questo è quello che passa il convento. E noi donne ammettiamo la nostra parte di colpe, nel non essere riuscite, come compagne, ad impedire il diffondersi di questo mosciume penale. E addirittura, come madri, di averlo per certi versi tollerato se non proprio giustificato.
Ed ecco il bel risultato.
Dammi retta quindi, siamo corresponsabili. E poi la vendetta non ha mai senso come fine a se stessa.
Ma c'è qualcosa che puoi fare.
Che abbia un significato più grande.
Vedi io credo molto che gli immigrati siano una speranza per l'Italia.
Ecco. Come dire.
Forse anche per te.
Sostieni l'integrazione.
Tua,
zia Tommasa

Pubblicato il 4/8/2016 alle 12.34 nella rubrica Status Confusionale.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web